Gli scienziati stimano che sulla Terra vivano milioni di formiche, addirittura suggeriscono che il loro peso complessivo sia superiore alla somma di quello di tutti gli uomini. Certamente questi insetti, appartenenti alla grande famiglia degli imenotteri insieme alle api, i bombi, le vespe e tanti altri, sono diffusi ovunque nel mondo e abitano ogni sorta di ambiente, dai Poli all’Equatore.

IL FASCINO DELL’ORGANIZZAZIONE PERFETTA

Da sempre le formiche rappresentano un modello di società esemplare: la colonia è un’entità unica, costituita da tantissimi esemplari per i quali l’interesse comune è sovraordinato non solo all’interesse, ma alla stessa vita del singolo.

Il nido è un agglomerato di camere, poste su diversi livelli e collegate da moltissimi corridoi: profondo, articolato, super protetto, è un’opera d’ingegneria.

Regine e operaie collaborano alla gestione del formicaio, le prime hanno il compito prioritario di deporre le uova, mentre le altre assolvono a una molteplicità di incarichi e mansioni: balie, addette alla pulizia e manutenzione del nido, foraggiatrici, persino soldati. Ma ciò che rende così affascinante il mondo delle formiche non è solo la straordinaria organizzazione, quanto la proverbiale laboriosità e lo spirito di cooperazione, che le rende capaci di sforzi e opere inimmaginabili per creature tanto minute.

Un grande vantaggio è offerto loro dall’evoluta comunicazione: le formiche “parlano” emanando sostanze chimiche, prodotte da apposite ghiandole e percepite dalle antenne, le quali si combinano in vari modi per costruire messaggi ben precisi, ai quali si aggiungono i segnali inviati con i movimenti del corpo o grazie a suoni particolari.

L’eccellenza raggiunta in termini di comunicazione si traduce in importantissimi benefici per il gruppo: le formiche si dividono i compiti in maniera dinamica a seconda delle necessità; se una di loro trova disponibilità di cibo, chiama in aiuto le altre e in men che non si dica costruiranno delle vere e proprie strade su cui trasportare le provviste fino al nido; infine, in caso di pericolo, si avvisano l’un l’altra e sanno riorganizzarsi immediatamente di fronte a cambiamenti improvvisi ed emergenze.

LE FORMICHE E L’AMBIENTE

Questi minuscoli insetti sono estremamente preziosi per l’ecosistema. Con la loro incessante attività, le formiche ripuliscono l’ambiente da altri insetti e animali morti contribuendo al riciclaggio del compost organico, trascinano semi qua e là favorendo la diffusione delle specie vegetali e, soprattutto, muovono il terreno migliorando la traspirazione e la qualità del suolo.

Per contro, l’efficienza di una colonia di formiche in casa o nei luoghi di lavoro può creare grandi disagi per chi vi abita.

INUTILITÁ E PERICOLI DELL’INSETTICIDA TRADIZIONALE

Basta riflettere un pochino su quanto detto sinora in merito alle complesse capacità organizzative, per rendersi conto di quanto basse siano le probabilità di scacciare le formiche semplicemente spargendo dell’insetticida tradizionale.

Quando ne vediamo qualcuna in giro, non si tratta che di pochi esemplari, che hanno per lo più il compito di esplorare l’ambiente alla ricerca di cibo: se troveranno insetticida o peggio moriranno, la conseguenza sarà che tutte le altre avvertiranno il pericolo e cercheranno altre vie. Nel frattempo avremo spruzzato in casa e respirato sostanze nocive o, nel caso della polvere, le avremo sparse qua e là rischiando che una folata d’aria le abbiamo portate poi chissà dove.

Persino nel fortunato caso in cui riuscissimo a uccidere parecchi esemplari, è necessario ricordare che alla regina – la quale vive super protetta nel nido- basta poco per ripopolare la colonia e che vi sono sempre una gran quantità di formiche immature, pronte all’occorrenza a sostituire le perdite.

Insomma, la disinfestazione contro le formiche non è cosa da poco.

La soluzione tuttavia esiste ed è molto allettante: si tratta di prodotti di eccellenza, studiati per raggiungere lo scopo grazie a esche alimentari molto appetibili.

Così funziona il nostro gel anti-formiche, in cui il ricorso alla sostanza insetticida è minimo, grazie alla particolare consistenza che difficilmente ne permette la dispersione nell’ambiente.

Ancor più attento alla sostenibilità ambientale è il granulare anti-formiche, privo di insetticida, 100% biologico.

È questa la direzione giusta per chi promuove un concetto moderno di disinfestazione che:

  • si fonda su metodologie non invasive
  • si concretizza in interventi mirati
  • si affida solo a prodotti rispettosi dell’ambiente.